In questa pagina potrete trovare una serie di materiali dedicati alla sicurezza a carattere inclusivo e pubblicati da fonti diverse da Sicurezza inclusiva.

Ogni singolo testo viene descritto e commentato cercando di sottolinearne i punti di forza e le criticità per fornire al lettore la possibilità di selezionare i documenti di cui possa risultare utile la lettura e lo studio, a seconda dello scopo prefisso e dell’ambito di interessamento.

Nelle varie sezioni troverete materiali di vario tipo catalogati per aree tematiche quali salute, sicurezza sul lavoro, abitare, alimentazione e seconde generazioni. I documenti proposti sono PDF, regolamenti e libri.

 

 

DocumentoPresentazionePer saperne di più
Salute
Prevenzione dell'HIV e delle malattie sessualmente trasmissibili.
Centro Regionale di Riferimento per la Promozione della Salute, Veneto
handbook prevenzione aids
Il manuale del Centro Regionale di Riferimento per la Promozione della Salute della Regione Veneto si rivolge agli operatori sanitari aventi utenti provenienti da diverse culture.
Le malattie legate alla sfera della sessualità e la loro prevenzione sono un argomento delicato, considerato tabu in molte culture, e vi è perciò un forte bisogno di improntare le informazioni ed i servizi ad essi relativi ad una logica multiculturale, elastica e che riesca a superare le barriere culturali e religiose. Questo obiettivo è messo al primo piano dal documento che vaglia la possibilità di iniziare un servizio basato sull'aiuto fornito da mediatori culturali per poi creare corsi di formazione per consentire agli stessi operatori sanitari di gestire un'utenza multiculturale senza bisogno di far ricorso a mediazioni.
Il manuale suggerisce di creare opuscoli informativi non semplicemente tradotti ma adattati alle diverse culture e utenze, da elaborarsi grazie all'aiuto di esperti e medici provenienti dalle stesse comunità migranti.
Il documento non fornisce linee guida standard per la creazione di corsi di formazione ed opuscoli, ma suggerisce alle strutture sanitarie di far riferimento alla realtà locale e alle culture maggiormente presenti nei loro territori.
Scarica documento
Sicurezza sul lavoro
Audio-visivi per l'informazione nel cantiere multietnico.
INAL
Audio-visivi-cantiere
Il documento INAIL presenta i frame dei materiali audio-visivi utilizzati a Foligno per formare gli operai edili alla prevenzione.
Il concetto è l'uso di immagini comprensibili che superino le barriere linguistiche e culturali. Le illustrazioni presentano situazioni di potenziale pericolo differenti e coprono le principali regole di sicurezza dei cantieri edili quali la messa in sicurezza di carichi e ponteggi, l'uso di dispositivi di sicurezza e di materiale a norma.
Le immagini sono per lo più chiare e prive di franintendimenti. Vi è un'unica scena che solleva perplessità, ovverosia quella del rischio elettrico. In essa, un diavoletto consiglia all'operaio di utilizzare una prolunga non a norma, mentre un angelo gli sconsiglia di farlo. Viene da chiedersi se angeli e diavoli siano simboli universalmente riconosciuti da tutte le culture o se la scenetta possa venire non capita da alcune persone.
Scarica documento
Casa si cura. Istruzioni ad uso dei collaboratori familiari.
INAIL
casa sicura
Il documento si focalizza su i lavoratori domestici stranieri ed offre diverse informazioni riguardo alla loro sicurezza e alle norme di assunzione nonché ai diritti dei lavoratori e alla loro assicurazione.
Una prima sessione sui rischi domestici viene data da un elenco di possibili pericoli suddivisi per stanza, dopodiché essi vengono spiegati nel dettaglio con consigli su come evitarli e tramite un elenco di comportamenti a rischio. Nella sessione dedicata al rischio chimico vi è una tabella che spiega il significato dei vari simboli ritrovabili sui diversi prodotti per la pulizia. Viene spiegato come sollevare carichi pesanti e persone anziane, sia tramite un elenco di consigli che tramite disegni che mostrano comportamenti corretti e non.
La seconda sessione è dedicata alla comunicazione e al clima di lavoro. Il documento spiega come riconoscere i sintomi dello stress fornendo altresì delle soluzioni per ridurlo. La tabella fatta per misurare i sintomi psico-fisici dello stress è uno strumento interessante. Nelle diverse culture, non sempre i sintomi sono percepiti come aventi lo stesso significato e la stessa origine. Una tabella che consenta al migrante di valutare quanti sintomi egli riporti può fornirgli un riscontro visivo immediato sulla propria condizione di stess.
Il documento è disponibile nelle versioni italiano-inglese, italiano- russo, italiano-romeno e italiano-spagnolo.
Scarica documeno in varie lingue
European Agency for Safety and Health at Work
diverseculturework
Il documento redatto dall'Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute sul Lavoro si basa su diverse ricerche compiute nei diversi Paesi dell'Unione Europea e presenta il quadro generale della presenza di comunità migranti nei loro territori.
Vengono presi in considerazione sia i benefici che le difficoltà che la diversità culturale può portare nei luoghi di lavoro, con una particolare attenzione agli effetti sul lavoro di squadra e sulla percezione del rischio.
Si evidenzia come le diverse culture abbiano un approccio diverso alle dinamiche lavorative e di differenzino a riguardo di temi quali il comportamento individualista o collettivista, la richiesta di una leadership carismatica oppure partecipativa, la percezione dei ruoli di genere e d'età, la preferenza verso obiettivi a breve o a lungo termine e l'approccio verso l'incerto.
Il documento propone due approcci, quello al gruppo culturalmente omogeneo, più facile da gestire ma non arricchito dalla diversità, e a quello multiculturale, che presenta sfide di adattabilità e percezione dei segnali.
Le raccomandazioni volte ad aumentare solidarietà e percezione del rischio nei gruppi multiculturali sono la creazione di un ambiente di lavoro inclusivo, l'uso di pittogrammi piuttosto che di segnali scritti e la formazione interculturale dei lavoratori. A riguardo dell'uso di immagini per spiegare i contesti di rischio, il documento sottolinea però che non sempre un simbolo può essere interpretato allo stesso modo da individui appartententi a culture diverse. Si consiglia perciò di tenere a mente l'ambiguità dei segnali e, pur tollerandola, cercare di ridurla al minimo.
Scarica documento
Abitare
Housing socialeL’housing sociale consiste nell’offerta di alloggi e servizi abitativi a prezzi contenuti destinati ai cittadini con reddito medio basso che non riescono a pagare un affitto o un mutuo sul mercato privato ma non possono accedere ad un alloggio popolare.
Questa può essere una risposta veramente efficace?
Presentiamo tre documenti studio:
La “Visita di Studio sul tema dell’housing sociale come perno delle misure di contrasto alla marginalità estrema” organizzato da Formez che presenta le politiche di housing sociale nelle regioni italiane.Scarica documento
Rapporto-finale-Il-disagio-La ricerca di FIERI su “Il disagio abitativo degli immigrati: le risposte dell’ housing sociale”, che esamina i principali progetti in atto e censiti 79 esperienza presenti nel territorio nazionaleScarica documento
volume-casa-integrazione_1La pubblicazione della fondazione ISMU che presenta alcuni caso studio sul tema immigrazione, tra cui quelli attivati in Svezia.Scarica documento
Alimentazione
Cibo e salute nella società multietnica. Guida per dietisti e operatori socio-educativi. di Pedrazzi, Patrizia. Carocci Faber, 2009
cibo e salute
Il libro si presenta diviso in una parte di spiegazione delle abitudini e dei taboo alimentari presenti nelle varie religioni e culture, nonché nella presentazione di alcuni ingredienti e piatti tipici, e in una guida per dietisti nell'approccio con pazienti di etnie diverse. La prima parte è volta a dare informazioni al dietista per consentirgli di creare una dieta che comprenda piatti ed ingredienti famigliari al paziente, nonché di conoscerne le restrizioni alimentari.
Vengono presentate difficoltà tipiche delle persone migranti concernenti la sicurezza alimentare, accompagnate da statistiche ricerche e dati. Problemi quali l'obesità, il diabete e le carenze di vitamine e ferro colpiscono la popolazione migrante che si trova costretta a modificare le proprie abitudini alimentari.Una particolare attenzione viene data ai bambini, più colpiti da obesità e da problemi quali il rachitismo.
Il libro vuole essere una guida per dietisti ma contiene spunti interessanti anche per chi volesse organizzare menu adattabili a tutte le culture.
Seconde generazioni
Nuovi italiani. I giovani immigrati cambieranno il nostro paese? di Dalla Zuanna G., Farina P., Strozza S. Il Mulino, 2009.
nuovi italiani
Il libro consiste nell'elaborazione della ricerca Itagen2 coinvolgente 10mila ragazzi di origine straniera e 10mila ragazzi italiani di età compresa tra gli 11 e i 14 anni. L'obiettivo è quello di analizzare le situazioni di vita dei giovani immigrati e dei ragazzi nati in Italia da genitori stranieri, le loro aspettative e la loro percezione identitaria. Grande rilievo viene dato alla sicurezza sociale degli adolescenti e dei preadolescenti come strumento di una buona integrazione. Avere le stesse opportunità dei coetanei italiani, infatti, potrebbe prevenire l'emarginazione, il sentimento di non appartenenza e la devianza.
Il libro spazia da analisi quali quelle sul numero di membri della famiglia, alla scuola e al rendimento scolastico, al tipo di abitazione ma anche a dati quali il sentimento di inclusione, l'avere o meno amici italiani, la conoscenza della propria religione e l'identificazione col gruppo d'origine.
Si rivela essere una lettura interessante sia per chi si occupi di integrazione e di seconde generazioni ma anche per coloro che volessero approfondire tali tematiche per cultura personale.
The next generation. Immigrant youth in a comparative perspective. Di Alba R., Waters M. C. New York University Press, 2011.
next-generation
The next generation è una raccolta di saggi sulle seconde generazioni negli Stati Uniti e in Europa Occidentale. Attraverso dati sulle varie comunità etniche (trattate sia a livello globale che focalizzandosi su una singola di esse), il libro vuole analizzare tutti gli aspetti della vita di tali comunità e creare una comparazione tra di esse, nonché tra Stati Uniti ed Europa. Le analisi dei dati vertono soprattutto su concetti quali la sicurezza sociale ed economica dei giovani figli di migranti nati o cresciuti nel Paese di destinazione. Tali fattori sono importanti per l'inclusione e per il senso di identità dei giovani.
Molta attenzione viene data al fenomeno della backward assimilation, cioé al fenomeno che fa si che i giovani figli di migranti si identifichino con la società maggioritaria ma, allo stesso tempo, non si sentino pienamente accettati da essa. Tale fenomeno è fonte di perdita dell'identità, stress ma può essere anche una causa di devianza.